26 luglio 2007

FELIĈAN 120° NASKIĜTAGON , ESPERANTO! .................................................... BUON 120° COMPLEANNO, ESPERANTO!

LA DUDEK SESA DE JULIO MILOKCENT OKDEK SEP NASKIĜIS EN VARSOVIO LA HELPAN, PIANIZITAN, INTERNACIA LINGVON "ESPERANTO".

LEJZER LUDWIK ZAMENHOF
(1859 - 1917), HEBREA ERUDITO, POLIGLOTO KAJ KURACISTO, JE LA AGO DE DUDEK SEP JAROJ, ELDONIS EN LA POLA ĈEFURBO, SUB PSEŬDONIMO DE "DOKTORO ESPERANTO", LIBRETON TITOLITAN: "LINGVO INTERNACIA". ĈI LINGVO PRENIS LA NOMON "ESPERANTO" JE LA PSEŬDODONOMO DE SIA AUTORO.

HODIAŬ KE LA LINGVO DE ZAMENHOF FINAS CENT DUDEK JAROJ, ĜI ESTAS LA PLEJ DISVASTIĜINTA, LA PLEJ PAROLITA, LA PLEJ RIĈA, LA PLEJ EFIKA KAJ LA PLEJ ... LA PLEJ ... LA PLEJ AMATA EN
ĈIUJ ANGULOJ DE LA MONDO DE ĈIUJ ARTEFARITAJ INTERNACIAJ LINGVOJ EKZISTITAJ KAJ EKZISTANTAJ.

"
ESPERANTISMO
" HODIAŬ ESTAS LA MONDA MOVADO POR LA HOMA EMANCIPIĜO.

DANKON ZAMENHOF!

FELIĈAN 120° NASKIĜTAGON, ESPERANTO!
...................................................................
IL VENTISEI LUGLIO DEL MILLEOTTOCENTOOTTAN- TASETTE NASCEVA A VARSAVIA LA LINGUA AUSULIARIA, PIANIFICATA, INTERNAZIONALE, "ESPERANTO".

LAZZARO LUDOVICO ZAMENHOF (1859 - 1917) ERUDITO, POLIGLOTTA E MEDICO EBREO, ALL'ETA' DI VENTISEI ANNI, PUBBLICO' NELLA CAPITALE POLACCA, SOTTO LO PSEUDONIMO DI "DOTTOR ESPERANTO" UN LIBRETTO INTITOLATO: "LINGUA INTERNAZIONALE". QUESTA LINGUA PRESE IL NOME DI "ESPERANTO" DALLO PSEUDONIMO DELL'AUTORE.

OGGI CHE LA LINGUA DI ZAMENHOF COMPIE CENTOVENTI ANNI, ESSA E' LA PIU' DIFFUSA, LA PIU' PARLATA, LA PIU' RICCA, LA PIU' EFFICIENTE E LA PIU'... LA PIU' ... LA PIU' AMATA IN TUTTI GLI ANGOLI DEL MONDO DI TUTTE LE LINGUE ARTIFICIALI INTERNAZIONALI ESISTITE ED ESISTENTI.


"
ESPERANTISMO
" E' OGGI IL NOME DEL MOVIMENTO MONDIALE PER L'EMANCIPAZIONE UMANA.

GRAZIE ZAMENHOF!

BUON 120° COMPLEANNO, ESPERANTO!

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Allora darai una festa!!!
Non bere troppo,rischi di profanare l'esperanto con qualche termine poco corretto in italiano

Buon 120° complenno EAPERANTO!!!

Cristiana

Lorenzo ha detto...

L'esperanto è una lingua che dà speranza, e non solo per il suo nome. Una lingua per tutti sarebbe molto bello, ma secondo me se dovrebbe restare esclusivamente ad uso commerciale, perché sennò si perderebbero tutte le vecchie lingue piene di storia e termini antichi. Si perderebbe la cultura di un popolo.
Ciao, da Lorenzo.

Irnerio ha detto...

Lorenzo ti sculaccio (metaforicamente o meglio virtualmente)!
Non ti ci mettere anche tu a dare giudizi sull'Eperanto basati sui più fantasiosi, quanto infondati luoghi comuni dettati dalla "non conoscenza" dell'argomento e dovuti al fatto che nel mondo ci sono enormi interessi a ché la lingua internazionale, neutrale e NON ETNICA non si diffonda tra la genti di tutto il mondo (però per fortuna lentamente si espande lostesso).

Devi sapere che la difesa di tutte le diversità linguistiche, anche delle lingue dei popoli ancora primitivi, è il secondo irrinunciabile scopo dell'Esperanto e degli esperantisti. Il primo ovviamente è quello della diffusione di un mezzo linguistico uguale per tutti anche fosse addirittura un'altra lingua simile piuttosto che l'Esperanto. Magari se ne diffondesse un'altra (ce ne sono), noi esperantisti passeremmo subito a sostenerla, purché abbia le stesse caratteristiche di: neutralità, spirito di comprensione e fratellanza tra i popoli, difesa appunto di tutte le lingue etniche, facilità di apprendimento ecc. ecc.

Se non credi a me vai a leggerti più sotto in questo blog la versione italiana del post intitolato: IL MANIFESTO DI PRAGA.
Leggilo ti prego, sono sicuro che lo troverai interessante!

Poi ne possiamo riparlare.
Il mio blog ha questo scopo: far conoscere l'Esperanto e L'Esperantismo e combattere contro lo scetticismo asssolutamente infondato verso di esso.

Grazie comunque di darmi la possibilità di parlarne (ritiro lo sculacciamento virtuale).

Scipione ha detto...

Quando vengo sul tuo blog, dopo un costante ma blando tentativo di capire il significato, scendo subito a leggere la parte scritta in italiano.

Un saluto

Irnerio ha detto...

Grazie anche a te Scipione!
Spero che ti divertirai un po' a fare anche qualche confronto tra le due lingue.